CIRCOLARE N° 14 DEL 24 - 11 - 2015

Oggetto: certificazione dei corrispettivi nel commercio elettronico e potenziamento della possibilità di redigere fatture elettoniche.

Certificazione dei corrispettivi nel commercio elettronico

In attuazione di quanto previsto dall’art. 7, comma 2 del Decreto legislativo 42⁄2015, in data 27⁄10⁄2015 è stato emanato un Decreto ministeriale contenente semplificazioni per il commercio elettronico B2C (business to consumer).

La semplificazione consiste nell’eliminazione dell’obbligo di emissione dello scontrino fiscale o della ricevuta fiscale per le operazioni di commercio elettronico effettuate nei confronti di operatori privati. l’esonero dall’emissione della fattura (salvo se richiesta dall’acquirente) era già stato disposto mediante modifica dell’art. 22, comma 6 ter del DPR 633⁄72. La modifica vale sia per il commercio elettronico diretto (prestazioni di servizi interamente effettuale on line) sia per quello indiretto (cessioni di beni con materiale consegna dell’oggetto).

Per effetto della norma citata è ora possibile gestire in maniera uniforme tutte le transazioni (cessioni di beni e prestazioni di servizi) relative al commercio on line purché effettuate nei confronti di privati. Non è più necessario emettere alcun documento fiscale basta, a fine giornata, trascrivere il totale degli incassi sul registro dei corrispettivi. L’unica eccezione si ha quando il cliente richieda espressamente la fattura. La decorrenza della semplificazione in esame viene fissata retroattivamente al 1° gennaio 2015 al fine di uniformare tale semplificazione all’eliminazione dell’obbligo di fatturazione.

Ampliamento della possibilità di utilizzo delle fatture elettroniche

Con Decreto legislativo n° 127⁄2015 sono state introdotte alcune norme per incentivare l’uso della fatturazione elettronica tra privati e la trasmissione telematica dei dati delle operazioni IVA.

Il suddetto decreto:

Relativamente al secondo punto:

Le prestazioni per le quali si può volontariamente aderire sono quindi:

**********

Come è facile constatare in fase di prima analisi della nuova normativa, si tratta più che altro di norme programmatiche che potranno essere applicate soltanto in seguito all’emanazione di ulteriori provvedimenti ed istruzioni, specialmente di tipo tecnico. Tuttavia in vista di una possibile adozione, riteniamo che i clienti interessati possano comunicarcelo al fine di ricevere ulteriori aggiornamenti e verificare concretamente la fattibilità e l’interesse per le procedure previste

******

Lo studio è a disposizione per qualsiasi chiarimento

******





HOME