CIRCOLARE N° 16 DEL 26 – 9 – 2017

Oggetto: agevolazioni per le imprese della Liguria

Nella presente circolare facciamo il punto della situazione sui bandi regionali aperti in questo momento.

Imprese alluvionate anno 2017

La Giunta regionale ha approvato con deliberazione del 7⁄6 la riapertura del bando “Aiuti per investimenti in macchinari, impianti e beni intangibili e accompagnamento dei processi di riorganizzazione e ristrutturazione aziendale” nell’ambito dell’Azione 3.1.1, Asse 3 – Competitività delle imprese, del Po Fesr Liguria 2014–2020.

I destinatari del bando sono le micro, piccole e medie imprese in forma singola o associata che esercitano un’attività economica tra quelle individuate in coerenza con la S3 regionale, che abbiano subito danni segnalati alla Camera di Commercio competente, nei termini e con le modalità previste, a seguito degli eventi meteorologici del 24 e 25 novembre 2016 e che non abbiano ancora presentato domanda a valere sul presente bando.

Le categorie ammesse con la codifica ATECO 2007, sono:

Sezione A: Agricoltura

Esclusa tutta la categoria

Sezione B: Estrazione di minerali

Ammessi i seguenti codici

07 estrazione di minerali metalliferi

08 altre attività di estrazione di minerali da cave e miniere

09 attività di servizi di supporto all’estrazione

Sezione C: Attività manifatturiere

Ammessa tutta la sezione esclusi i seguenti:

10.2 lavorazione del pesce

12 industria del tabacco

Sezione D: Fornitura di energia elettrica, gas, vapore e aria condizionata

Ammessa tutta la sezione esclusi i seguenti:

35.14 commercio di energia elettrica

32.23 commercio di gas distribuito mediante condotte

Sezione E: fornitura di acqua, reti fognarie, attività di gestione dei rifiuti e risanamento

Ammessa tutta la sezione

Sezione F: Costruzioni

Ammessa tutta la sezione

Sezione G: Commercio all’ingrosso e al dettaglio, riparazione di autoveicoli e motocicli

Ammessi i seguenti codici:

45.11.01 commercio all’ingrosso e al dettaglio di autovetture e di autoveicoli leggeri (ammesso solo il commercio al dettaglio)

45.19.01 commercio all’ingrosso e al dettaglio di altri autoveicoli (ammesso solo il commercio al dettaglio)

45.2 manutenzione e riparazione di autoveicoli

45.3 commercio di parti ed accessori di autoveicoli

45.32 commercio al dettaglio di parti e accessori di autoveicoli

45.40.11 commercio all’ingrosso e al dettaglio di motocicli e ciclomotori (ammesso solo il commercio al dettaglio)

45.40.21 commercio all’ingrosso e al dettaglio di parti e accessori per motocicli e ciclomotori (ammesso solo il commercio al dettaglio)

45.40.3 manutenzione e riparazione di motocicli e ciclomotori

Divisione 47: Commercio al dettaglio

Ammessa tutta la divisione escluso il seguente:

47.9 commercio al dettaglio al di fuori di negozi, banchi e mercati

Sezione H: trasporto e magazzinaggio

Ammessi i seguenti codici:

49.4 trasporto di merci su strada e servizi di trasloco

50.2 trasporto marittimo e costiero di merci

52.1 magazzinaggio e custodia

52.21.4 gestione di centri di movimentazione merci (interporti)

52.22.09 altre attività dei servizi connessi al trasporto marittimo e per vie d’acqua

52.24 movimentazione merci

52.29 altre attività di supporto connesse ai trasporti

53 servizi postali e attività di corriere

Sezione I: Attività dei servizi di alloggio e di ristorazione

Ammessi i seguenti codici

56.10.1 ristorazione con somministrazione, ristorazione connessa alle aziende agricole

56.10.2 ristorazione senza somministrazione con preparazione di cibi da asporto

56.10.3 gelateria e pasticcerie

56.10.4 ristorazione ambulante e gelaterie ambulanti

56.21 fornitura di pasti preparati (catering per eventi)

56.29 mense e catering continuativi su base contrattuale

56.3 bar e altri esercii simili senza cucina

Sezione J: Servizi di informazione e comunicazione

Ammessa tutta la sezione

Sezione K: attività finanziarie e assicurative

Esclusa tutta la sezione

Sezione L: attività immobiliari

Esclusa tutta la sezione

Sezione M: attività professionali, scientifiche e tecniche

Ammessa tutta la sezione

Sezione N: noleggio, agenzie di viaggio, servizi di supporto alle imprese

Esclusa tutta la sezione

Sezione O: amministrazione pubblica e difesa, assicurazione sociale obbligatoria

Esclusa tutta la sezione

Sezione P: istruzione

Esclusa tutta la sezione

Sezione Q: sanità e assistenza sociale

Ammessa tutta la sezione

Sezione R: attività artistiche, sportive, di intrattenimento e divertimento

Ammessi i seguenti codici

90 attività creative, artistiche e di intrattenimento

91 attività di biblioteche, archivi, musei e altre attività culturali

93 attività sportive, di intrattenimento e di divertimento

Sezione S: altre attività di servizi

Ammessi i seguenti codici

95 riparazione di computer e di beni per uso personale e per la casa

96 altre attività di servizi per la person

Sezione T: attività di famiglie e convivenze …

Esclusa tutta la sezione

Sezione U: organizzazioni ed organismi extraterritoriali

Esclusa tutta la sezione

Le domande potranno essere presentate da 3⁄10 al 16⁄10⁄2017.

Sono esclusi:

Gli investimenti ammessi devono essere realizzati nell’ambito di strutture operative dell’impresa ubicate nel territorio della Regione Liguria e devono essere conclusi entro 12 mesi dal ricevimento del provvedimento di concessione.

Sono considerati ammissibili gli investimenti diretti a:

Sono ammissibili le spese riferite ad iniziative avviate successivamente alla presentazione della domanda.

Sono ammissibili le seguenti voci di spesa:

L’investimento ammissibile non deve essere inferiore alle seguenti soglie:

L’agevolazione consiste in un contributo a fondo perduto variabile tra il 10% ed il 30% della spesa ammissibile in funzione della tipologia di impresa richiedente.

Interventi a sostegno delle produzioni audiovisive

La Giunta regionale ha approvato con deliberazione del 4⁄7 il bando “Interventi a sostegno delle produzioni audiovisive” nell’ambito dell’azione 3.3.2 Asse 3 – Competitività delle imprese, del Po Fesr Liguria 2014–2020

Il bando si divide in tre sottomisure:

I destinatari sono:

Credito agevolato e garantito per le imprese artigiane

Con deliberazione del 23⁄12⁄15 la Giunta regionale ha approvato il “Regolamento delle operazioni di credito agevolato e garantito” attuativo dell’Azione 3.6.1 del Por Fesr 2014–2020 “Potenziamento del sistema delle garanzie pubbliche per l’espansione del credito per le imprese artigiane”.

Destinatari sono le imprese artigiane, anche in forma di cooperativa o consortile, a condizione che ottengano l’iscrizione all’Albo delle imprese artigiane entro 12 mesi dalla presentazione della domanda.

L’agevolazione si divide in tre parti:

Può essere ammesso agli interventi agevolativi il finanziamento destinato:

Il contributo in c⁄capitale può essere concesso per i finanziamenti agevolati concessi alle imprese che hanno sede operativa nei seguenti Comuni o che abbiano ottenuto il marchio “Artigiani in Liguria” ed è pari al 30% dell’importo del finanziameno agevolato con un massimo di Euro 10.000

Provincia di Genova: Bargagli, Borzonasca, Campoligure, Castiglione Chiavarese, Coregli Ligure, Crocefieschi, Davagna, Fascia, Favale di Malvaro, Fontanigorda, Gorreto, Isola del Cantone, Lorsica, Lumarzo, Masone, Mele, Mezzanego, Montebruno, Montoggio, Né, Neirone, Orero, Propata, Rezzoaglio, Rondanina, Rossiglione, Rovegno, San Colombano Certenoli, Santo Stefano d’Aveto, Tiglieto, Torriglia, Tribogna, Valbrevenna, Vobbia

Provincia di La Spezia: Beverino, Borghetto Vara, Brugnato, Calice al Carnoviglio, Carro, Carrodano, Maissana, Pignone, Riccò del Golfo, Rocchetta Vara, Sesta Godano, Varese Ligure, Zignago

Provincia di Savona: Arnasco, Balestrino, Bardineto, Bormida, Calice Ligure, Calizzano, Casanova Lerrone, Castelbianco, Castelvecchio R.B., Dego, Erli, Giustenice, Giusvalla, Magliolo, Mallare, Massimino, Mioglia, Murialdo, Nasino, Onzo, Orco Feglino, Osiglia, Pallare, Piana Crixia, Plodio, Pontinvrea, Rialto, Roccavignale, Sassello, Stella, Stellanello, Testino, Urbe, Vendone, Viezzi Portio, Zuccarello

Provincia di Imperia: Airole, Apricale, Aquila d’Arroscia, Arno, Aurigo, Baiardo, Borghetto d’Arroscia, Borgomaro, Caravonica, Carpasio, Castelvittorio, Ceriana, Cesio, Chiusanico, Chiusavecchia, Civezza, Cosio d’Arroscia, Diano Aretino, Isolabona, Lucinasco, Mendatica, Molini di Triora, Montalto Ligure, Montegrosso Pian di Latte, Olivetta San Michele, Perinaldo, Pietrabruna, Pieve di Teco, Pigna, Pompeiana, Pornassio, Prelà, Ranzo, Rezzo, Rocchetta Nervina, Seborga, Soldano, Terzorio, Triora, Vasia, Vessalico, Villa Faraldi

Sono escluse dalla possibilità di richiedere l’agevolazione in esame le attività che hanno i seguenti codici:

A.01.1 coltivazioni di colture agricole non permanenti

A.01.2 coltivazioni di colture permanenti

A.01.3 riproduzione delle piante

A.01.4 allevamento di animali

A.01.5 coltivazioni agricole associate all’allevamento di animali

A.03.1 pesca

A.03.2 acquacoltura

C.10.2 lavorazione conservazione del pesce, crostacei e molluschi

G.46.38.1 commercio all’ingrosso di prodotti della pesca freschi

G.46.38.2 commercio all’ingrosso di prodotti della pesca congelati, surgelati, conservati, secchi

G.47.23.0 commercio al dettaglio di pesci, crostacei e molluschi in esercizi specializzati

H.49.41.0 trasporto merci su strada

******

Lo studio è a disposizione per qualsiasi chiarimento

******





HOME